Apuane

La catena delle Alpi Apuane, all’estremo nord della Toscana, probabilmente deve il suo nome alla popolazione dei Liguri Apuani, i primi a stabilirsi in questo aspro territorio.
Dalle Apuane proviene la maggior parte dei blocchi di marmo impiegati durante i secoli per costruire o decorare statue, palazzi e chiese della Toscana oggi famosi ed ammirati in tutto il mondo. L’attività di estrazione e lavorazione del marmo iniziò all’epoca dei romani, intorno al II secolo AC, ma fu solo durante il Rinascimento che raggiunse il suo apice. Sembra che Michelangelo si recasse personalmente alle cave per scegliere i blocchi migliori da trasformare in opere d’arte, ma non era il solo, la qualità e lucentezza del marmo delle apuane attirava moltissimi artisti e mecenate. Lo sfruttamento di questo “oro bianco” garantisce tutt’oggi una certa prosperità economica alla popolazione.
Le strette valli e i monti delle Alpi Apuane sono la cornice ideale per escursioni in mountain-bike, trekking e passeggiate anche a cavallo dove lo natura lo permette. I sentieri che salgono e scendono dalle montagne, attraversano le valli e i prati delle Apuane consentono a chi vi si avventura di ammirare un panorama mozzafiato che si estende dalle cime innevate fino al mare della Versilia. Si tratta di uno spettacolo unico e imperdibile per tutti gli appassionati del genere. Gran parte del territorio è protetto all’interno del Parco Regionale delle Alpi Apuane che si impegna nel conservare la flora e la fauna originarie della zona.