Argentario

Argentario

Un territorio a metà strada tra la terraferma ed il mare aperto, l’Argentario è un promontorio montuoso che si estende sul mare per circa 15 km di fronte dell’Isola del Giglio.
Il Monte Argentario, che da nome al territorio, è collegato al continente solamente da due lunghe strisce di sabbia create dalla corrente nel corso di secoli: il Tombolo della Giannella ed il Tombolo della Feniglia.
Tra le due spiagge, le più grandi e frequentate dell’Argentario, è racchiusa la Laguna di Orbetello.
La costa dell’Argentario è quasi interamente rocciosa con scogli e massi a picco sul mare cristallino. In alcuni punti però le rocce lasciano spazio e meravigliose calette di sabbia fine e dorata che si raggiungo solo a piedi, percorrendo brevi sentieri nella natura, o in barca.
Per gli amanti delle immersioni, questo è il paradiso. I fondali del posto sono ricchi di vita e di reperti archeologici etruschi e romani. Sul promontorio si trovano moltissimi centri diving che organizzano gite in mare aperto alla scoperta dei fondali più belli.
Non mancano possibilità di divertimento anche sulla terraferma con mountain bike, trekking ed passeggiate a cavallo lungo gli sterrati che raggiungo la vetta del monte. Dalla sua cima si può infatti godere di un panorama mozzafiato sul mare, la laguna e le spiagge del territorio.