Bagni di San Filippo

Oltre ai centri termali a pagamento, Bagni San Filippo è famosa per le sue sorgenti libere, situate in una zona verde vicino al Monte Amiata, a sud di

Il Duomo di Pienza
Buongiorno da Casole d’Elsa!
Cavallucci di Siena

Oltre ai centri termali a pagamento, Bagni San Filippo è famosa per le sue sorgenti libere, situate in una zona verde vicino al Monte Amiata, a sud di Pienza, a cui si può accedere senza pagare un centesimo.
La zona termale è situata in provincia di Siena, nel Comune di Castiglione d’Orcia, ed è molto frequentata soprattutto da persone del luogo, anche se negli ultimi tempi il turismo termale libero ha messo in evidenza alcuni posti all’aperto, dove usufruire delle acque termali delle sorgenti senesi, senza pagare biglietti d’entrata o ticket vari.
Lo spettacolo che si presenta agli occhi degli avventori è davvero impressionante, soprattutto se si arriva di sera.
Le terme libere di San Filippo si presentano infatti come un luogo innaturale, tutto coperto da una lanugine bianca. E’ tutta colpa (o merito?) del boro, una sostanza contenuta nelle acque termali di Bagni San Filippo, che si deposita su tutto ciò che è intorno, lasciando un’impalpabile polvere bianca (tipo borotalco appunto) e che trasforma in tanti fantasmini tutti coloro che si aggirano tra queste acque rilassanti.. La zona termale è costellata poi da numerose pozze e depositi calcarei su cui le acque termali fluiscono continuamente. Ogni tanto il flusso viene rotto da alcuni dislivelli del terreno, formando piccole cascatelle fruibili liberamente dai frequentatori del luogo.
Le acque termali, che sgorgano dalle numerose sorgenti circostanti, si raccolgono poi nel torrente Rondinaia.
La più caratteristica cascata solidificata è quella della Balena Bianca. Si tratta di un enorme deposito calcareo che somiglia davvero al dorso di una grande balena bianca che emerge dal sottosuolo.
Tutt’intorno alberi monumentali, rocce che sfavillano al sole con mille colori ed una natura dal verde rigoglioso che abbraccia concrezioni di calcare, ponticelli, pozze calcaree naturali e vasche create ad arte dall’uomo per sfruttare naturalmente le benefiche acque termali sulfuree di San Filippo.

Bagni San Filippo

Bagni San Filippo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: