Buongiorno da Capoliveri!

Capoliveri è l’ultimo nato tra i comuni elbani, anche se il paese vero e proprio ha origini di epoca romana. Sorto in posizione strategica a 167 metri

Villa di San Martino
Giglio Campese
Torre della Linguella

Capoliveri è l’ultimo nato tra i comuni elbani, anche se il paese vero e proprio ha origini di epoca romana. Sorto in posizione strategica a 167 metri sul livello del mare su una terrazza del Monte Calamita, dalla quale era possibile controllare i mari di meridione e di ponente, Capoliveri vide la presenza etrusca grazie alla grande importanza economica delle miniere del ferro.
In epoca latina l’Elba, già famosa come “Insula inexhaustis Calibum metallis” lo fu altrettanto per la produzione di vini pregiati, fatto che si rispecchia anche nel suo nome. Capoliveri, infatti, deriva da Caput Liberi in onore di Bacco (anche conosciuto come Libaro), dio romano del vino. La tradizione, ricca di vigneti e di ottimo vino, si è mantenuta nel tempo e viene oggi celebrata in occasione della caratteristica Festa dell’uva.
Il paese ha mantenuto un aspetto medievale con i vicoli e le case in stile sobrio ma allo stesso tempo rallegrate dai colori dei fiori su tutti i balconi. I vicoli sono stretti e intricati in continui saliscendi e la piazza principale, Piazza Matteotti, è un caratteristico belvedere sui tetti del borgo, inserita in un contesto effervescente in quanto circondata di bar, ristornati, negozietti e artigiani. È il posto di ritrovo più amato dai turisti e frequentato anche dagli stessi capoliveresi.

Capoliveri

Capoliveri

Newer Post
Older Post
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: