Buongiorno da Radda in Chianti!

Radda in Chianti è il borgo delle vigne. Lo sguardo dal poggio sul quale nel Medioevo, tra le acque dell’Arbia e della Pesa, venne edificata Radda spa

Le colline del Chianti
Rocca di Castellina in Chianti
Buongiorno da Castellina in Chianti!

Radda in Chianti è il borgo delle vigne. Lo sguardo dal poggio sul quale nel Medioevo, tra le acque dell’Arbia e della Pesa, venne edificata Radda spazia su una trama fittissima di vigneti. Centro del borgo, dominato in alto da ciò che resta dell’originario castello, è piazza Ferrucci.
Da non perdere è la vista sulle viuzze del centro antico, sugli orti che sono cintati di muretti a secco e dai quali si ricava l’essenza del Chianti: agricoltura in forma di disegno del paesaggio in un ordine naturale di uomini e cose. E non poteva che essere a Radda la sede della Fondazione per la tutela del territorio del Chianti Classico che è ospitata nel complesso monastico di Santa Maria a Prato appena fuori le mura del paese. Dalla chiesa del convento proviene un polittico di Neri di Bicci di raro pregio.
Ma Radda ha in serbo altre suggestioni: il tratto di strada che corre al margine meridionale del paese, la Ghiacciaia del Granduca, singolare edificio che si trova ridossato alle mura a Nord e che serviva per produrre il ghiaccio indispensabile alla conservazione dei ricchi prodotti agricoli, da sempre fulcro dell’economia del paese. In questo borgo non è difficile trovare ospitalità e genuini prodotti gastronomici.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: