Le colline del Chianti

Il Chianti è la zona collinare compresa tra Firenze e Siena, tra Arezzo e i Colli Pisani considerata da sempre ‘cuore della Toscana’; è un susseguirsi

Buongiorno da Castellina in Chianti!
Rocca di Castellina in Chianti
Buongiorno da Radda in Chianti!

Il Chianti è la zona collinare compresa tra Firenze e Siena, tra Arezzo e i Colli Pisani considerata da sempre ‘cuore della Toscana’; è un susseguirsi di splendidi paesaggi segnati da fitti vigneti, boschi di castagni, querce e lecci, suggestivi borghi medievali, romantici castelli e affascinanti case coloniche. È anche la terra in cui si produce uno dei più buoni vini rossi del mondo: Il Chianti.

La zona del Chianti è il luogo ideale per viaggi tra borghi medievali, romantici vigneti e caratteristici paesaggi collinari. In ogni piccolo borgo è possibile imbattersi in cantine, castelli e fattorie e assaggiare il pregiato vino in una delle numerose enoteche. Le origini, ricche di una storia leggendaria, e la tradizione vinicola hanno reso la zona del Chianti famosa in tutto il mondo.
Per chi proviene da Firenze la naturale via d’accesso per la terra dei vini è Impruneta, ricca di monumenti, tra cui la torre campanaria merlata del XIII sec, la Basilica di Santa Maria con l’annesso museo del Tesoro. Due gli eventi di rilievo internazionale: la festa dell’uva con la sfilata di carri allegorici, e la fiera di San Luca, entrambi si svolgono in autunno.
Alle spalle di Firenze, in direzione Siena, tappa obbligata è il vecchio borgo medioevale di Greve in Chianti, con la sua antica e particolare piazza triangolare, delimitata da palazzi, portici e loggiati, tutti convergenti verso la Chiesa di Santa Croce.
La piazza ospita a settembre la più importante mostra vinicola del Chianti. Domina la città dall’alto il castello di Montefioralle, antico borgo fortificato.
S’incontra quindi Volpaia, pittoresco paesino medioevale sorto attorno ad un castello, nonché antico centro di produzione del vino.
Poco distante c’è Radda, sviluppatasi intorno alla trecentesca chiesa di San Nicolò e al maestoso palazzo pretorio (1415 circa). Da visitare anche la pieve di San Giusto in Salcio, sita in una lussureggiante conca tra i vigneti, e la pieve di Santa Maria Novella, con la caratteristica facciata romanica.
Proseguendo il viaggio verso il valico dei monti del Chianti, si incontra prima Gaiole, uno dei panorami più conosciuti d’Italia, e, successivamente innumerevoli fattorie e castelli, quali San Leonino e Fonterutoli.
Superata la città senese, di particolare pregio storico sono la duecentesca Monteriggioni, costruita sulla sommità di una collina e dotata di una massiccia cinta muraria, e Castellina, avamposto senese d’origine etrusca con la bella piazza centrale attraversata dalla medievale via delle Volte.
Infine una sosta nella splendida Poggibonsi dove in ottobre si svolge una manifestazione in cui si ripropone l’antica tecnica di pigiatura dell’uva delle zone collinari, e a Montespertoli per l’annuale mostra del Chianti.

Colline del Chianti

Colline del Chianti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: