Massa

Massa

La città di Massa, stretta tra le Alpi Apuane ed il mare, vanta un’incredibile varietà di ambienti naturali: dalle cime innevate alla spiaggia di sabbia.
In origine questa zona era popolata dai liguri apuani che si erano stanziati per lo più sulle colline, quando arrivarono i romani avviarono un processo di bonifica che permise la costruzione di edifici anche a valle, più vicino alla costa.
Nel medioevo il paese si sviluppò ulteriormente diventando una delle principali tappe della Via Francigena tanto che sia Pisa che Lucca erano interessate a conquistarla.
A partire dal 1554, Massa fu sede della signoria Cybo-Malaspina a cui si deve la costruzione di numerosi edifici, vie, chiese, piazze e palazzi tuttora presenti nel centro storico.
Nel periodo di maggior splendore, tra il 1500 ed il 1600, fu eretto in città il Palazzo Ducale, uno sfarzoso ed imponente edificio che ospitava la corte dei Malaspina decorato da portali in marmo e numerose finestre. Il palazzo occupa un intero lato di Piazza Aranci, una delle principali di Massa.
Il Duomo risale invece al secolo precedente, il XIV, ma in quel periodo fu più volte ristrutturato ed arricchito con opere d’arte di pregevole fattura e dettagli in marmo bianco.
La parte alta della città è dominata dalla Rocca dei Malaspina, una fortificazione risalente al medioevo che nel corso dei secoli ha spesso cambiato proprietario. In ultima istanza fu direttamente il popolo di Massa a destinare la rocca ad Alberico I, il capostipite della famiglia Cybo-Malaspina. Si sono conservati nel tempo sia la cinta muraria che il mastio centrale e l’antico palazzo residenziale.