Rocca Ariostesca e Fortezza di Mont’Alfonso

Capoluogo storico della Garfagnana era, già in epoca bizantina, un importante centro fortificato. Documenti dell’VIII secolo riportano costanti riferi

Buongiorno da Piazza al Serchio!
San Romano in Garfagnana
Lago di Vagli

Capoluogo storico della Garfagnana era, già in epoca bizantina, un importante centro fortificato. Documenti dell’VIII secolo riportano costanti riferimenti alle sue mura. La città contava anche su altre due fortificazioni: il Castello S. Nicolao ed un castello vescovile.
Castelnuovo fu occupata nel 1170 dalle milizie lucchesi, che distrussero Castel S. Nicolao e successivamente, dopo l’avvento di Castruccio Castracani, le fortificazioni furono ristrutturate e fu promossa l’edificazione di una nuova cinta muraria.
Passato sotto la giurisdizione estense nel XVI secolo, il paese venne designato come residenza del Commissario Generale della Garfagnana, con sede nel Castello Vescovile, oggi Rocca Ariostesca, dal prestigioso poeta Ludovico Ariosto che qui soggiornò in qualità di governatore estense dal 1523 al 1525).
Poco fuori Castelnuovo sorge, in posizione sopraelevata,la Fortezza di Mont’Alfonso concepita, al volgere del XVI secolo, come ultima roccaforte difensiva del Ducato di Ferrara a guardia del confine con il vicino lucchese.
Realizzata tra il 1579 ed il 1586 con grande dispendio di mezzi ed energie, fu progettata dall’ingegnere carpigiano Marc’Antonio Pasi e si qualifica ancora oggi come la più importante emergenza architettonica militare della Garfagnana estense.

Rocca Ariostesca

Rocca Ariostesca

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: