Vetulonia – città etrusca

Vetulonia è una delle dodici più importanti città etrusche. Fu riscoperta alla fine dell'Ottocento dalle ricerche archeologiche condotte da Isidoro Fa

Le mura medicee di Grosseto
Buongiorno da Montemerano!
Grosseto – Palazzo Aldobrandeschi

Vetulonia è una delle dodici più importanti città etrusche. Fu riscoperta alla fine dell’Ottocento dalle ricerche archeologiche condotte da Isidoro Falchi. I ritrovamenti hanno confermato l’opulenza di questo centro etrusco, il cui benessere si basava sui bacini minerari del territorio. Il massimo sviluppo della città si ebbe nel VII sec. a.C., nel secolo successivo la città fu cinta di mura. Il declino avvenne nella seconda metà del I sec. a.C.
La necropoli di Vetulonia è una delle più vaste e conosciute e i sepolcreti si estendono sia sul versante orientale che occidentale dei poggi fino alla pianura sottostante, in una campagna ricca di uliveti e vegetazione a macchia.
Lungo un sentiero si incontrano la tomba del Belvedere, il tumulo delle Pietrera della seconda metà del VII secolo a.C., la tomba monumentale a tholos formata da due camere sovrapposte; il coevo tumulo del Diavolino, di 80 metri di diametro e, proseguendo il cammino, la tomba della Fibula d’oro.
Tombe a pozzetto e a tumulo occupano i siti delle alture chiamate Poggio alla Guardia, Poggio alle Birbe, Poggio al Bello, Colle Broncio e Costa delle Dupiane. Oltre alle tombe è possibile vedere anche resti di case etrusco-romane e resti della cinta muraria.

Vetulonia

Vetulonia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: